HOME > GRUPPO DI LAVORO > CALENDARIO RIUNIONI >
VERBALE COMITATO TECNICO 30 luglio 2004

Luogo:
Comune di Padenge sul Garda

Ordine del giorno:

1. approvazione del verbale della riunione precedente;
2. azioni in corso o previste a Padenghe;
3. costruzione delle alternative;
4. visita controllore LIFE;
5. varie ed eventuali.


Esiti della riunione:

1. Fila e Righetti apportano alcune correzioni al verbale, la cui versione modificata viene approvata all’unanimità.

2. Cecchin fornisce alcune informazioni sulle azioni in corso o previste nel Comune di Padenghe sul Garda per completare il quadro fornito da Fila e Righetti per quanto riguarda Sirmione e Pozzolengo durante la riunione precedente. Le informazioni su Padenghe sono riportate nell’Allegato A.

3. Lo staff del Centro Ambiente ricorda che si intende costruire le alternative di piano in base al seguente schema:

a. alternativa zero: insieme delle azioni già in atto o già decise e finanziabili per il turismo e le tematiche collegate;

b. alternative di tipo 1, in cui i comuni intraprendono iniziative di sostenibilità ma in cui ciascuno affronta i propri problemi e sfrutta le proprie potenzialità in maniera individuale;

c. alternative di tipo 2, in cui i tre comuni affrontano in maniera integrata problemi e potenzialità del territorio;

d. alternative di tipo 3, in cui i tre comuni attivano delle sinergie nell’ambito di una zona più vasta che va oltre i propri confini comunali.

Al fine di cominciare a ragionare concretamente sull’operazione di generazione delle alternative, viene consegnata ai tecnici una prima proposta di impostazione delle alternative di tipo 1 per il Comune di Sirmione.

4. Cappiello riferisce brevemente sulla visita di monitoraggio da parte del controllore LIFE avvenuta in data 21 giugno. In particolare, il controllore ha ricordato che per la buona riuscita del progetto è indispensabile un alto coinvolgimento delle amministrazioni comunali. Inoltre, in occasione della visita sono state discusse le modifiche al diagramma di GANTT del progetto, che posticipano i termini delle task relative alla sperimentazione del DSS e alla partecipazione nell’ambito del piano per il turismo sostenibile. Il posticipo è di 2 mesi per quanto riguarda la task 2 e di 4 mesi per quanto riguarda le task 3 e 5. Anche la task 4 relativa alla valutazione del DSS viene di conseguenza prolungata di 2 mesi.

5. Per quanto riguarda la programmazione del workshop di gennaio/febbraio che si terrà in Regione Lombardia, Fila suggerisce di coinvolgere attivamente Desenzano e Lonato che, insieme a Padenghe, Pozzolengo e Sirmione, daranno avvio al proprio processo di Agenda 21 Locale. Per quanto riguarda le attività di dissemination, Fila suggerisce che si potrebbe partecipare ad ASITA 2005, eventualmente con un poster presentato da alcuni degli studenti che avranno svolto una tesi di laurea nell’ambito del progetto e che potranno partecipare al premio per i giovani.

Cappiello informa il Comitato Tecnico della decisione di richiedere una modifica sostanziale al budget del progetto, spostando alcuni dei costi (originariamente destinati a viaggi, consulenze esterne, stampa, …) sulla voce di personale, per coprire l’attività svolta da Poliedra per l’elaborazione di indirizzi per un piano del turismo sostenibile nei comuni partner. Il Comitato concorda con questa necessità.

 

Allegato B - Informazioni su Padenghe

Settore: Servizi turistici

Le strutture turistico-alberghiere sono in generale ben gestite e ordinate; gli effetti dal punto di vista turistico sono probabilmente migliori rispetto a quelli delle seconde case e dei residence. Le strutture turistico-alberghiere presenti sul territorio di Padenghe sono:
- Santa Giulia (albergo 4 stelle)
- Le corti del lago (villaggio turistico, ex campeggio Campagnola)
- parte del complesso GardaSole,
- ex OM ( in fase di realizzazione lungo il lago).

In genere sono dotate di servizi per tutta la struttura: una reception, sale per colazione e ristorante, una piscina, un centralino, pulizia alberghiera.

Per quanto riguarda il taglio degli alloggi, nelle strutture turistico-alberghiere il taglio minimo è quello previsto dalla legge regionale.
Per le strutture residenziali valgono i parametri urbanistici previsti dal PRG (attualmente vigono le misure di salvaguardia che considerano le prescrizione più restrittive tra PRG adottato e vigente): taglio minimo in zona A 65 mq, in zona B 85 mq, in zona C 85 mq.
Per le strutture tipo residence, valgono i parametri della zona C, dove sono solitamente localizzati.
A Padenghe non ci sono multi-proprietà.

Settore: Valorizzazione territorio

Valorizzare i beni ambientali, storici e culturali
Si è svolta in luglio la manifestazione di 3 giorni Arte e Sapori d’Italia, che ha proposto bancarelle per la degustazione nelle vie del paese.

Valorizzare i prodotti tipici locali e le produzioni artigianali
Rispetto a quanto già segnalato in altre riunioni, si ricorda la presenza di due cascine con allevamento di bestiame, che non hanno comunque produzioni tipiche. Le due aziende si trovano una in area Bertoniga ed una in zona Maino.

Settore: Tutela territorio

Riqualificare la fascia a lago
Tra Desenzano e Moniga c’è un tratto naturale di costa sprovvisto di passeggiata. Qui però vi sono tratti di costa naturale (a canneto) con cui si cerca di interferire il meno possibile.
Rispetto a questa idea, ci sono stati dei contatti con la sovrintendenza per quanto riguarda il tratto dal Lido al West Garda; la sovrintendenza avrebbe limitato però la passeggiata a un passaggio a fregio delle abitazioni. Il progetto è stato accantonato.
Si segnala la presenza di strutture e darsene private e di una gru privata. Per l’alaggio delle imbarcazioni c’è uno scivolo a disposizione del pubblico nel porto.
Le amministrazioni Beretta e Allegri hanno elaborato l’idea di realizzare un anello pedonale che colleghi il Lido al porto, passando poi per il GardaSole e infine in paese, che è già ben collegato al Lido tramite un sottopassaggio e servito da un parcheggio.